Contro gli scettici

Controcritica di Franco Rol all’irrazionalità o alla malafede degli auto-proclamatisi razionalisti.

A partire dalla fine degli anni ’70 del secolo scorso, quando la fama di Gustavo Adolfo Rol – ormai anziano – cominciò a diffondersi tra i media, uno sparuto gruppetto costituito da giornalisti, illusionisti e ricercatori dalla mente ottusa ha iniziato a contestare, sulla base non di prove, ma di pregiudizi e superficialità, la possibilità che i fenomeni attribuiti a Rol (come qualsiasi altro cosiddetto “fenomeno paranormale”) non fossero autentici, ma frutto di trucchi di prestigitazione, di suggestioni ipnotiche, di autosuggestioni dei testimoni, di leggende metropolitane o di invenzioni pure e semplici. Costoro erano, e sono ancora oggi, caratterizzati dal fatto o di non aver mai conosciuto Rol, o dall’averlo incontrato al massimo in una o due occasioni, senza cioè avere avuto la possibilità di verificare, col tempo e l’osservazione attenta e costante, quanto accadeva per suo tramite.

Sin dal 2003, anno del centenario della nascita di Rol, il curatore di questo sito si è opposto con argomentazioni razionali e ben motivate alle illazioni di costoro, i quali una cosa sono effettivamente già riusciti a dimostrare: quanto siano lontani dal vero spirito scientifico.

In questa pagina abbiamo raccolto alcuni nostri contributi. Non è che un aperitivo...

sent